sabato 6 ottobre 2018

Formazione Interna PNSD - 8 ottobre 2018

Primo incontro previsto per l'A.S. 2018-2019 in merito alla formazione digitale dell'Istituto Comprensivo "P.Aldi", al fine di migliorare e ampliare le conoscenze-competenze del gruppo docente.
Di seguito trovate il link per confermare la presenza al corso: REGISTRO PRESENZE

lunedì 16 luglio 2018

Sito Web PROVE INVALSI

In previsione delle Prove Nazionali Standardizzate sul sito web PROVEINVALSI.NET è possibile accedere al più completo archivio di test Invalsi per la scuola primaria e secondaria.
È possibile far svolgere ogni prova agli allievi in modalità online (anche su tablet o smartphone) verificando immediatamente i loro risultati grazie ad un sistema di correzione che, al termine di ogni test, restituirà il numero di risposte esatte.
Inoltre, è possibile far svolgere i test come compito a casa: il sistema al termine del test restituisce un attestato inviabile via email o esportabile in PDF (con nome, cognome, classe e scuola) che certifica l'avvenuto svolgimento del test.

mercoledì 20 dicembre 2017

Formazione PNSD: 25.11.2017 e 02.12.2017

Continua la formazione PNSD per i docenti dell'Istituto Comprensivo "P.Aldi" prevista anche per l'anno scolastico 2017-2018. Nei due primi incontri sono state riprese alcune tematiche precedentemente affrontate ed integrate nuovi approcci metodologici: la Flipped Classroom., la classe capovolta o insegnamento capovolto.
L’idea è quella, per l’appunto, di “capovolgere” la classe – ovvero invertire il tradizionale schema di insegnamento e apprendimento, facendo dell’aula “non più il luogo di trasmissione delle nozioni ma lo spazio di lavoro e discussione dove si impara ad utilizzarle nel confronto con i pari e con l’insegnante”.
Nel contesto della “flipped classroom”, l’insegnante fornisce ai ragazzi tutti i materiali utili all’esplorazione autonoma dell’argomento di studio: libri, presentazioni, siti web, video tutorial e simili. In particolare, l'uso di tutti i materiali condivisi, dinamici e immediati, rappresentano un mezzo privilegiato per l’apprendimento individuale e di gruppo, ovvero la chiave del successo delle piattaforme e-learning.
È importante l'approccio dell'insegnante alla metodologia "rovesciata" che, nelle vesti di moderatore e motivatore, innesca negli studenti (da soli o in gruppo, e ognuno nel rispetto dei propri tempi) un confronto e dibattito costruttivo, fuori o in classe, facilitandone un apprendimento attivo.
È proprio la motivazione umana ad essere la chiave di volta e la garanzia di successo di questo approccio didattico: quando lo studente sa perché sta studiando, ed è libero di affrontare lo studio coi propri tempi e modi, si sentirà spinto ad esprimere le proprie idee, nella consapevolezza di stare facendo un lavoro utile per sé e per gli altri.
Il nostro Istituto, nell'ottica di puntare sull'innovazione, ha aderito alle Google Apps for Education, una suite gratuita di applicazioni (quali, ad es. drive, gmail, calendar, classroom) progettate specificamente per istituti scolastici e università e che consentono di interagire secondo modalità collaborative anche a distanza, a beneficio della didattica.
È utile comprendere che tutte le applicazioni offerte dalle Google Apps for Education sono fondamentali per favorire di una didattica innovativa; di conseguenza è importante conoscere al meglio tutti gli strumenti offerti, affinché vengano realmente sfruttati.
Le Google Apps For Education sono a disposizione di tutti gli utenti dell’Istituto che vi accedono tramite un account istituzionale del tipo nome.cognome@comprensivomanciano.it, il quale verrà gratuitamente fornito a tutti i docenti e agli studenti, e garantiscono sicurezza e privacy, connessione e interoperabilità, comunicazione facilitata tra colleghi e con gli studenti. Google Apps include decine di funzioni di sicurezza progettate specificatamente per mantenere i dati al sicuro, protetti e sotto controllo.

Documenti allegati:

domenica 2 aprile 2017

Formazione PNSD: 7 e 9 Marzo 2017

Negli incontri di formazione PNSD del 7 e 9 Marzo 2017 sono stati affrontate tematiche legate al Cloud come risorsa didattica e alla digitalizzazione dei documenti.
Il cloud (in inglese nuvola) è uno spazio di archiviazione personale, accessibile in qualsiasi momento ed in ogni luogo, utilizzando semplicemente una qualunque connessione ad Internet.
Nello spazio di archiviazione personale si possono archiviare tutti i file (documenti, foto, ecc...), con il conseguente vantaggio di riscaricarli, modificarli, cancellarli e/o aggiornarli (quindi non si avrà più il bisogno di portare con se hard disk esterni, pen drive USB, o qualsiasi altra cosa che normalmente è possibile perdere o dimenticare). Di conseguenza, è possibile utilizzare il cloud anche come una risorsa per la didattica.
Con l'avvento delle nuove tecnologie, anche la PA (da Settembre 2016, termine, stabilito per decreto, entro il quale le amministrazioni pubbliche dovranno essere in grado di gestire tutti i documenti in formato elettronico) ha intrapreso la strada della digitalizzazione. In pratica tutte le Pubbliche Amministrazioni dovranno adeguare i sistemi di gestione informatica per produrre in formato digitale tutti gli originali dei documenti che gestiranno. Di conseguenza per darne validità sarà necessario avere una firma digitale o altra firma elettronica qualificata apposta al documento.

Documenti allegati:

mercoledì 7 dicembre 2016

Il punto: primi incontri di formazione interna PNSD

Sono terminati i primi incontri della formazione interna prevista dal PNSD dell'istituto e ringrazio di cuore tutti gli insegnanti per aver partecipato attivamente.
La formazione continuerà nei prossimi mesi in modo specifico per ogni ordine di scuola per approfondire metodi e pratiche didattiche innovative come parte integrante delle materie d'insegnamento per favorire l'interdisciplinarità in un'ottica inclusiva.
Sul blog troverete, oltre al materiale utilizzato durante gli incontri, informazioni e riferimenti sulle nuove tecnologie nella didattica per favorire la creatività, la ricerca e la scoperta, la sperimentazione e la creatività, il coinvolgimento e la motivazione degli studenti.
L'animatore Digitale

domenica 4 dicembre 2016

Una Riflessione...

L'insegnamento delle TIC si pone l’obiettivo di “sviluppare una cultura della tecnologia attraverso un uso consapevole dei suoi strumenti”.
La situazione ideale è quella in cui le TIC sono presenti nell’ambiente ma apparentemente invisibili e perfettamente integrate.
“E' ingenuo credere che basti introdurre i computer e la multimedialità nella scuola per ottenere un miglioramento della qualità dell'educazione. Senza una adeguata preparazione specifica degli insegnanti, si rischia di fare un uso banale e didatticamente irrilevante di tecnologie estremamente sofisticate” (Antonio Calvani Professore Ordinario di Didattica e Tecnologie dell'Istruzione all'Università di Firenze)

Navigazione Sicura per Bambini

Esistono alcuni Browser progettati per proteggere i bambini dalle aree indesiderate di Internet. Ecco alcuni esempi:
Kidrex (www.kidrex.org)
Il veliero(www.ilveliero.info)
RicercheMaestre (www.ricerchemaestre.it)
Educity (http://www.educity.it)
Simpaticoland (www.simpaticoland.it)